About me

about

-

Sono Alessandra e vi racconto qualcosa di me partendo da ciò che amo di più: il blu del mare e il silenzio che si respira di fronte alle sue onde, la cioccolata in ogni sua forma, le poesie di Emily Dickinson, Ezra Pound e Sylvia Plath, le borse grandi e lineari per contenere la marea di oggetti inutili (come li chiama mio marito) da cui non mi stacco mai, visitare luoghi noti e meno noti che mi facciano alzare il viso urlando uao, i romanzi fantasy nei cui luoghi straordinari amo perdermi per ore (poche purtroppo perché li finisco sempre troppo in fretta), le scarpe dalle forme non convenzionali, tutta la musica che ascolto sempre e comunque, le commedie romantiche, le cenette a lume di candela (in luoghi però non troppo affollati da malefici insetti che tendono frequentemente ad atterrarmi nel piatto).
E ovviamente la libertà che mi regala ogni giorno la fotografia, la libertà di poter mettere un pizzico di tutti questi ingredienti in ogni mia fotografia, la libertà di intraprendere quotidianamente nuove storie di vita, la libertà di ridere, commuovermi, conoscere, imparare, crescere gradualmente scoprendo parti di me che neanche sapevo di essere.
Ho amato e studiato la letteratura, la poesia e il teatro, credendo che fossero il mio futuro, ma la fotografia si è imposta sul mio cammino. Più essenziale, diretta, mirata delle parole. Più mia.
In punta di piedi mi sono avvicinata a questo nuovo mondo, inizialmente da autodidatta, poi specializzandomi all'Istituto Europeo di Design, scegliendola come mia professione e infine aprendo nel 2013 il mio studio fotografico Parsley Studio.
Fa parte di me, mi permette di vivere la gioia e di fermarla, di essere ironica, di allacciare legami umani che mi regalano sempre doni nuovi.

In ogni mio scatto troverete tutto questo.

Gioia. Libertà. Sogno.